Sei italiani su dieci hanno paura di volare

Sei italiani su dieci hanno paura di volare

La paura di volare è da sempre considerata come un disturbo paralizzante, che ha portato e porta tuttora molte persone a non salire su un aereo e a preferire mezzi diversi oppure a rinunciare del tutto a viaggiare. Alla luce di questa considerazione, l’Eurodap, l’Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico, ha deciso di fare un sondaggio accurato sull’argomento, dal quale è emerso che ben sei italiani su dieci hanno paura dell’aereo ma non si sentono sicuri anche su navi e treni. Questo è ciò che emerge dalle parole di Paola Vinciguerra, presidente dell’Eurodap. Il sondaggio si è occupato di intervistare ben 800 persone di età compresa fra i 18 e i 65 anni e, secondo i dati raccolti, il 60% delle persone, indipendentemente dalla fascia di età e da altri fattori, sceglie di volare in un modo fortemente condizionato dall’ansia.

Dove vanno ricercate le cause? Innanzitutto nei racconti spiacevoli di amici e conoscenti, nelle immagini paurose dei disastri e anche in viaggi precedenti mal riusciti, che potrebbero avere innescato delle fobie e portato a nascere delle paure mai avvertite prima.

Le compagnie aeree, ben consce di questi dati, hanno da tempo organizzato dei corsi per aiutare queste persone a superare la paura, basati fondamentalmente su tecniche di rilassamento, su precise informazioni di volo e anche su stimolazioni dello stimolo fobico, un metodo che porterebbe a combattere positivamente le paure e quindi a convincere le persone a volare in modo più sereno.

Come combattere la paura di volare

Come accade per ogni paura o fobia, conoscerne la causa equivale a combatterla e quindi a sconfiggerla. Molte volte si sente parlare di dati precisi, che mostrano la bassa incidenza di incidenti aerei, rispetto a quelli automobilistici o ferroviari. Questi dati non bastano, giacché vincere la paura, soprattutto su un tema delicato come è quello del volo, può essere attuato con tempo e voglia, con energie diffuse e contando su maestri bravi e preparati. Solo in questo modo le persone possono conoscere a cosa stanno andando incontro e quindi imparare a fidarsi.

Alla luce dei recenti e disastrosi fatti, il presente ci ha però insegnato che tutta la tecnologia del mondo non basta di fronte all’errore o alla follia umana, per cui le persone che hanno paura di volare e in generale tutti gli esseri umani sono ben scusati dal provare un senso di timore e di paura, in quanto si tratta di un sentimento, alla luce del presente, assolutamente legittimo.