L’impatto della scuola nella vita dei bambini

L'impatto della scuola nella vita dei bambini

Quanto impatta la scuola nella vita di un bambino? Facciamo un po’ di conti, facili e veloci:

Una giornata è composta da 24 ore, 5/6 delle quali i bambini le passano all’interno di una classe, o a fare i compiti. All’incirca 8 ore devono essere dedicate al sonno. Restano 9/10 ore da passare in famiglia. Togliamo un paio di orette (almeno) per attività/giochi/socializzazione. Ed ecco che le ore da trascorrere con la famiglia diventano 7/8.

Stando a questi semplici conti, dunque, la scuola, dopo la famiglia, è il luogo in cui i bambini trascorrono la maggior parte del proprio tempo. Vien da sé, allora, che scuola e famiglia hanno un’importanza quasi paritaria nella formazione, non solo delle giovani menti ma anche dei futuri uomini – sia dal punto di vista umano che da quello culturale.

Scuola e famiglia, dunque, rappresentano due ambienti che, per favorire la crescita del bambino in maniera ottimale, dovrebbero agire insieme, interagendosi e influenzandosi reciprocamente – dando vita a un’alleanza educativa che non consideri più i genitori come personaggi di sfondo, ma co-autori del processo formativo degli studenti. Similmente, anche gli stessi genitori dovrebbero modificare il proprio approccio all’istituzione scolastica, evitando d’intervenire in questioni prettamente di competenza della scuola.

Leggi anche: Dall’integrazione all’inclusione scolastica

Così come la famiglia, anche la scuola rappresenta un microcosmo alla cui vita i bambini partecipano attivamente. Si tratta di due microcosmi che, per esprimere il loro massimo potenziale nella crescita del bambino, dovrebbero agire insieme, senza isolarsi, bensì interagendo tra loro e influenzandosi reciprocamente.

Instaurare un buon dialogo tra genitori e insegnanti permette a entrambi di acquisire maggiori informazioni sullo stile di vita del bambino (interessi extrascolastici, modo di relazionarsi con i coetanei, come reagiscono sotto pressioni, difficoltà emotive, eccetera); informazioni che risulteranno preziosissime per strutturare una didattica e uno stile educativo famigliare ad hoc, basati sulle reali esigenze del bambino.

Alla fine di queste brevi considerazioni, vi ripropongo la domanda: quando impatta la scuola nella vita dei bambini?

Sicuramente tantissimo, quasi quanto la famiglia… e tutti sappiamo quanto sia importante per un bambino avere una situazione famigliare serena ed equilibrata – vero?

Related posts