Litigi di coppia: quali sono i più frequenti e come affrontarli

litigi di coppia

“L’amore non è bello se non è litigarello”, recita un vecchio proverbio. Ciò significa che i litigi di coppia sono ovviamente molto frequenti e che, spesso, non devono destare preoccupazione. Anzi, possono essere anche benefici. Affrontarli senza rovinare l’amore è possibile. Per fare ciò, si deve imparare anche a litigare.

Dobbiamo, in sostanza, assumere un atteggiamento positivo  nell’ambito della lite (per quanto sia possibile). Mantenere la calma, infatti, non è sempre possibile: la pazienza può scappare a tutti. L’importante è che non scappi troppo spesso e che non si cerchi a tutti i costi di chiudere la comunicazione con il partner. I sentimenti di rabbia, aggressività, delusione sono frequenti in questi casi, ma non ci devono affatto allarmare.

Quali sono i litigi di coppia più frequenti

Ogni coppia litiga, ovviamente, per i motivi più disparati. Spesso, una causa molto frequente è quella della gelosia. Ne deriva che si può quindi litigare per un’occhiata in più data ad un’altra persona, una parola in più, senza contare, purtroppo, la presenza della tecnologia. A tal proposito, la tecnologia non ha fatto altro che rinforzare la gelosia nei confronti dei partner. Si litiga di più per i messaggi su Whatsapp, senza contare la nostra continua presenza sui social network.

Altra motivazione per cui si hanno litigi di coppia continui è la mancanza di comunicazione. Si litiga spesso perché non ci si ascolta, perché si fraintendono le parole del partner e via discorrendo. Ma parlare, in qualsiasi relazione (amichevole o amorosa) è fondamentale per capire i bisogni dell’individuo, le necessità e le esigenze.

Poiché l’ecosistema coppia è davvero delicato, è utile che meno persone possibili si mettano in mezzo. Chi non ha mai, ad esempio, litigato per le continue intromissioni dei genitori (propri o dell’altro)? Purtroppo, si tratta di un atteggiamento che molti hanno e che, se non opportunamente controllato, può essere fonte di litigi anche gravi. Mettere dei paletti, onde evitare di invadere le rispettive sfere di influenza, può essere fondamentale. Infine, tra i motivi più frequenti ricordiamo l’educazione dei figli e le problematiche economiche.

Come affrontare i piccoli litigi senza far scoppiare la coppia

I piccoli litigi si possono affrontare senza conseguenze gravi. Ci sono dei comportamenti che devono essere evitati con cura, come ad esempio l’utilizzo degli insulti gratuiti. Altri atteggiamenti distruttivi stanno nel lasciare la discussione a metà, magari uscendo sbattendo la porta, nonché il cercare di giustificarsi a tutti i costi, avendo la presunzione di avere sempre ragione.

Esprimere i propri sentimenti in un litigio è molto importante. È utile ascoltare e cercare di capire il punto di vista dell’altro, che non necessariamente deve essere identico al nostro. È, inoltre, necessario evitare di chiudersi nel silenzio, al fine di evitare le discussioni. Evitarle, infatti, non le può certo cancellare.

Conclusione: i litigi nella coppia possono anche rafforzare il legame tra partner

Attraverso i litigi ci si confronta con l’altra persona e si cerca di analizzare idee e bisogni dell’altro. La persona sarà portata a dire all’altro se c’è qualcosa che non va nel rapporto e, di conseguenza, sarà più facile arrivare ad una soluzione. L’importante è cercare di non perdere la calma e provare a mantenere un atteggiamento costruttivo e non distruttivo. Frasi come: “Non capisci niente”, oppure “Lo sapevo”, non portano a niente, se non creare ancora più nervosismo all’interno della coppia.

I legami possono risultare anche rafforzati attraverso i litigi, perché le persone riescono così ad esprimere le proprie esigenze.


Fonte immagine: repubblica.it

Related posts