3 consigli per combattere lo stress da lavoro correlato

3 consigli per combattere lo stress da lavoro correlato

Lo stress da lavoro correlato è una situazione che riguarda un numero molto alto di persone. Come dimostrano i risultati di un recente sondaggio paneuropeo – dati risalenti al 2014 – circa il 51% dei lavoratori lamenta una situazione del genere nell’ambiente professionale che frequenta ogni giorno e, soprattutto, l’incapacità di affrontarla in maniera efficace da parte di chi avrebbe invece il compito di farlo.

Cos’è lo stress da lavoro correlato

Lo stress da lavoro correlato è una condizione in cui il lavoratore sperimenta in prima persona uno stato di stress legato alla consapevolezza di non essere in grado con le proprie capacità e il proprio impegno di far fronte alle richieste di un determinato ambiente professionale.

Come prevenirlo

Lo stress da lavoro correlato si può prevenire? La risposta è affermativa. Per riuscirci è necessar io fare attenzione ad alcuni atteggiamenti quotidiani, così come allo sviluppo di un approccio mentale che, al giorno d’oggi e con i cambiamenti epocali che ha vissuto e sta vivendo ancora il mercato del lavoro, è fondamentale per preservare l’equilibrio mentale e per trarre il massimo della soddisfazione dal proprio percorso professionale.

1. Alzatevi prima la mattina

Se gli impegni familiari ve lo permettono, puntate la sveglia prima la mattina. Prendetevi un’ora tutta per voi prima di andare al lavoro e dedicatevi a un’attività rilassante, che può essere la meditazione o la scrittura di un diario (questa è un’ottima idea per liberare eventuali emozioni negative dovute anche allo stress).

2. Chiedete

In molti casi lo stress da lavoro correlato è legato a situazioni di incomprensioni o attrito con i colleghi. In questi casi, purtroppo, sono tante le persone che tendono a chiudersi e a non chiedere in alcun modo aiuto o consiglio anche a chi hanno di più vicino. Questo atteggiamento è sbagliato ed è un modo per favorire l’insorgenza di stress, frustrazione e impotenza. Se ci si accorge di vivere una situazione di contrasto pesante con un collega, se proprio non si ha intenzione di parlarne con una persona interna all’ambiente di lavoro, un caffè o un gelato con un amico a cui chiedere consiglio in merito non fa certo male!

3. Coltivate un hobby

Coltivare un hobby – che può essere di natura creativa o sportiva, l’importante è che dia soddisfazione e aiuti a ‘staccare’ la mente – è fondamentale per prevenire lo stress da lavoro e per esprimersi fuori dalla sfera professionale. Poi è bene non chiudere mai le porte alle numerose opportunità che oggi possono arrivare grazie a strumenti come blog e social, capaci, se ci si mette il giusto impegno, di trasformare un semplice hobby in una vera e propria professione!


Dr.ssa Miolì ChiungDottoressa chiung studio salem

Miolì Chiung, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Nel 2009 fonda lo Studio di Psicologia Salem, un progetto di ampio spessore incentrato sul benessere psicologico dell’individuo, dai processi di prevenzione fino a tutto quello che riguarda la cura. Ha approfondito i suoi studi con numerosi master e corsi. Applicatrice Metodo Feuerstein e ottima conoscitrice della testistica psicodiagnostica dell’età evolutiva e adulta. Ama i libri, la cucina ma la sua grande passione è il mare!

Related posts