Come instaurare relazioni positive sul lavoro

Come instaurare relazioni positive sul lavoro

Fabbricare fabbricare fabbricare / preferisco il rumore del mare

Quanti di noi almeno una volta non hanno pensato a questi due versi di Dino Campana? Certo, magari molti li hanno trovati nella loro versione distorta «lavorare lavorare lavorare / preferisco il rumore del mare» e, quindi, per una maggiore vicinanza linguistica li hanno sentiti molto più vicini, molto più propri, molto più dedicati.

Ad ogni modo, comunque la mettiamo, il concetto rimane invariato: il rumore del mare è di gran lunga più godibile del fabbricare/lavorare, ed è normalissimo che sia così: lavorare porta troppo spesso con sé un tale surplus di stress che ci induce, per forza di cose, a considerare il lavoro l’undicesima piaga d’Egitto (pensiamo alla sindrome da burnout, oppure al mobbing o alle prevaricazioni degl altri…).

Ma avete mai pensato che, forse, non tutta la colpa è del lavoro in sé o dei vostri colleghi? Magari siamo noi a non essere in grado di instaurare relazioni positive a lavoro e, di conseguenza, a complicarci la vita da soli.

Provate a pensarci.

Instaurare relazioni positive a lavoro

Spesso si considera il lavoro come un qualcosa che esula dalla nostra vita privata. In realtà però molti di noi passano quasi più tempo sul posto di lavoro che a casa. Risulta perciò molto importante mantenere dei buoni rapporti con i colleghi che, volenti o nolenti, si frequentano ogni giorno. Ne beneficeranno infatti non solo l’umore ma anche il vostro rendimento e la produttività in generale del team. Certamente ci saranno persone con cui si creerà un buon affiatamento spontaneamente, ma è importante cercare di instaurare relazioni positive a lavoro o per lo meno distese e cordiali anche con chi è meno affine al nostro carattere.

Il decalogo del buon collega

Vi diamo allora qualche consiglio che può esservi utile per creare delle relazioni positive sul luogo di lavoro:

  1. Ascoltate sempre le opinioni altrui, cercando di non avere pregiudizi e di non farvi influenzare da ciò che pensate del vostro interlocutore;
  2. Cercate sempre di parlare apertamente, in maniera chiara e rispettosa, con i vostri colleghi, mot motivando le vostre ragioni e lasciando che anche loro si sentano liberi di esprimersi. Questo vale soprattutto quando si lavora in gruppo;
  3. Rispettate gli altri ma non dimenticatevi di rispettare sempre anche voi stessi:creare o mantenere dei buoni rapporti non vuol dire dar sempre ragione agli altri e fingere di condividere l’altrui pensiero;
  4. Cercate di conoscere i vostri colleghi anche al di là delle questioni attinenti al lavoro: inizialmente potrebbe essere una buona occasione una pausa caffè, poi in caso di maggior confidenza si può pranzare insieme o fare un aperitivo dopo il lavoro;
  5. Sembra banale, ma non dimenticatevi mai di ringraziare un collega che vi ha aiutato;
  6. Evitate di parlare male dei colleghi o di metterli in cattiva luce di fronte agli altri;
  7. Cercate sempre di esprimere le vostre opinioni in maniera costruttiva. Solo così il vostro apporto potrà essere d’aiuto nella buona riuscita del lavoro e potrete contribuire a rendere più sereni i rapporti tra colleghi;
  8. Se vi viene fatta una critica non offendetevi:cercate piuttosto di capirne i motivi analizzando il vostro comportamento e il vostro lavoro. L’osservazione del collega potrà farvi riflettere sui vostri punti deboli e sui vostri punti di forza, e potrete capire in cosa migliorare per ottenere risultati migliori;
  9. Siate empatici: scoprirete che è molto utile mettersi nei panni dei colleghi e valutare le situazioni anche dal punto di vista altrui;
  10. La gentilezza è quasi sempre la soluzione per tutto. Un sorriso è l’arma perfetta per sentirci sereni e per mettere a proprio agio chi ci osserva;

Il rumore del mare

Certo, non illudiamoci che, una volta osservato il decalogo del buon collega e dopo aver instaurato relazioni positive a lavoro una giornata di lavoro si trasformi in una scampagnata al mare. State pur certi, però, che tra tutto quel baccano del fabbricare e del lavorare il rumore del mare riuscirà a farsi largo a spallate e a diventare ogni giorno sempre più distinto. E andare a lavoro non sarà più così traumatico 😉

Infografica: il decalogo del buon collega

buon collega

 

Related posts