Quando la gratificazione supera le punizioni: la token economy

Quando la gratificazione supera le punizioni: la token economy

Quante volte come genitori o insegnanti si incontrano difficoltà nell’impostazione delle regole e nel loro rispetto? La frase: «Mio figlio fa quello che vuole, non rispetta nessuna regola» è un’affermazione spesso utilizzata dai genitori, al pari di: «I bambini in classe non ascoltano e si distraggono».

Rispetto alle diverse strategie a cui poter ricorrere, la token economy può vantare senz’altro la sua efficacia.

Token economy: educazione a gettoni

La token economy, altrimenti  conosciuta come “tecnica dei gettoni”, è una strategia comportamentale finalizzata a premiare i comportamenti adeguati ed estinguere i comportamenti problematici . Nasce come tecnica cognitivo-comportamentale specifica nei casi di bambini con disturbo da deficit d’attenzione/ iperattività. Nonostante ciò, può essere utile anche per bambini della scuola d’infanzia e primaria che abbiano difficoltà a stare nelle regole.

Questa strategia prevede l’attribuzione di piccole ricompense, ad esempio bollini, gettioni, smile, ogni qualvolta il bambino si comporti correttamente rispetto a delle regole precedentemente concordate. Quando i “gettoni” premio raggiungono la quota prestabilita, allora il bambino avrà diritto ad un piccolo premio, deciso dal genitore.

Come strutturarla

  • Individuare quali comportamenti vogliono essere estinti o modificati. Sulla base di ciò si stabilisce quali comportamenti diano diritto a guadagnare i “gettoni”. In seguito si stabilisce ogni quanti “gettoni” si arriva alla ricompensa.
  • Stabilire quanti “gettoni” vale ogni comportamento.
  • Fornire il “gettone” appena il bambino adotta il comportamento adeguato. Aspettare troppo tempo rende vana l’associazione tra comportamento e gettone.
  • Adattare i tempi e modificare il valore dei comportamenti in base alle risorse e agli eventuali miglioramenti del bambino.

Utilità

  • È una strategia educativa utile perché richiede che le regole siano poche, chiare e vengano spiegate in modo semplice, mettendole anche per iscritto. Questo facilita il bambino nella comprensione di ciò che si può fare e ciò che non si deve fare.
  • Stimola il bambino ad avere una motivazione ulteriore che lo spinga a seguire la regola. Una piccola ricompensa è tangibile e questo può rinforzarlo nel perseguire il comportamento adeguato, estinguendo quello problematico.
  • È una tecnica che dà più risalto alle gratificazioni rispetto alle punizioni. Rispetto ad alcune tecniche educative che prevedono come unica risorsa la punizione, questa aiuta genitori e insegnanti a cambiare il punto di vista. Non si interviene solo quando il bambino non si comporta bene, ma si previene il comportamento problematico fornendo delle alternative adatte e delle gratificazioni.

Seppur semplice, la token economy è una tecnica che per essere efficace deve essere ben strutturata. Per tale ragione è sempre meglio rivolgersi ad un professionista che possa aiutare genitori o insegnanti a realizzarla in modo preciso.

Related posts