19 marzo: il ruolo del papà oggi

19 marzo: il ruolo del papà oggi

La figura del papà, nell’ultimo decennio, ha acquisito un ruolo nuovo all’interno della famiglia: poiché la maggior parte delle mamme al giorno d’oggi lavora full time, è necessario un aiuto concreto da parte dei mariti sia nelle gestione della casa che dei figli. Non dimentichiamoci poi i papà separati, che in alcuni giorni si trovano a gestire la prole da soli.

Nasce così un nuovo padre, che deve essere in grado di sostituirsi alla mamma nelle varie faccende che un tempo si ritenevano quasi “impossibili” da compiere per un uomo. In realtà i papà hanno (quasi sempre) dimostrato di destreggiarsi molto bene nei vari compiti fin dalla prima infanzia dei propri bimbi, anche tra pannolini, pappe e rigurgiti.

Perché ci sia equilibrio in famiglia, i ruoli oramai devono essere intercambiabili. Ed è così che si vedono mamme ruolo-del-padredribblare come Ronaldo i propri bambini e papà che con grazia principesca prendono il tè delle cinque!

Questo non significa affatto che si sono persi i valori della famiglia, ma solamente che si sono modificati, per fortuna, al modificarsi della società e delle esigenze.

Nella festa del papà sicuramente non possiamo esimerci dal dare loro qualche suggerimento:

  • Utilizzate il gioco in qualsiasi forma per passare il tempo con il vostro bambino, senza guardare l’ora o stare al telefono. Dedicate anche quel poco tempo che avete senza distrazioni. Il vostro bambino si accorgerà che siete lì per lui!
  • Siate il punto di riferimento di protezione e di coraggio: raccontategli una storia prima di addormentarsi per stimolare la sua fantasia e per favorire un riposo sereno.
  • Portate sempre rispetto alla mamma del vostro bambino. Questo suggerimento vale sia per le coppie che per i genitori separati. Non costringiamo i bambini ad assistere a discussioni, litigi e urla. Davanti ai bambini cercate di essere coerenti e uniti. Se avete bisogno di discutere prendetevi del tempo lontano da occhi ed orecchie indiscrete.
  • Apprezzate, commentate ed ascoltate il vostro bambino. Non criticate le sue sconfitte, non giudicate il suo lavoro e non fate paragoni. Siate sempre propositivi con nuovi suggerimenti e aiuti che lo facciano sentire accettato e supportato.
  • Non abbiate paura di baci, coccole e carezze. Anche i papà e non solo le mamme devono avere il loro momento di tenerezza con i loro figli. Non siate timidi e concedetevi!!!

Ma soprattutto i papà devono ricordarsi di prendersi del tempo per loro, per stare bene e per avere energia da dedicare ai figli. Mangiar sano, fare attività fisica, uscire con gli amici saranno una sferzata di energia da poter poi utilizzare nel gioco e nella vita.