L’anno che verrà: come orientarsi tra bilanci e buoni propositi

L’anno che verrà: come orientarsi tra bilanci e buoni propositi

Quando si avvicina la fine dell’anno ci si sofferma spesso a riflettere sui 12 mesi appena trascorsi. Questo è certamente un buon modo per fare un bilancio di ciò che ci è successo e di come ci siamo comportati, ma è anche importante  per capire la direzione che vorremmo prendere nel nuovo anno che sta per arrivare, per focalizzarci su ciò che magari vorremmo cambiare di noi o del nostro stile di vita.

Tempo di bilanci e di buoni propositi

Ecco alcuni spunti di riflessione per l’imminente conclusione di quest’anno, per non perdere l’ottimismo inseguendo bilanci e buoni propositi:

  • Se ci sono state sconfitte o delusioni, accettatele e cercate di trovare sempre un risvolto positivo;
  • Nell’analizzare il vostro stato d’animo siate sempre onesti con la vostra coscienza: non nascondete ciò che sentite veramente;
  • Scrivete su un foglietto tutto ciò che dell’anno appena trascorso non vi è piaciuto o non è andato come avreste voluto. In seguito potete bruciare simbolicamente il foglietto, per lasciare che tutto ciò che vi avete scritto diventi passato e non intacchi il futuro;
  • Scrivete su un quadernetto le lezioni che avete imparato durante questo anno: sia dalle situazioni positive che da quelle negative si possono trarre moltissimi insegnamenti. Mettendo tutto per iscritto eviterete di dimenticarli e i vostri pensieri saranno un rifugio sicuro nei momenti difficili;
  • Fate una lista di buoni propositi: mettere per iscritto aiuta a vedere le cose in maniera più distaccata e realistica, ed è un buon modo per non dimenticarsene durante i 12 mesi successivi;
  • Fate pulizia nel vostro cuore, nella vostra testa e nelle vostre cose materiali: liberatevi delle cose vecchie e inutili ed eliminate il superfluo. Che si tratti di foto e ricordi di amori passati o di vestiti che non usate più da tanti anni, buttate o ancora meglio regalate tutto a qualcuno a cui invece potrebbero servire. Sarete così pronti per un nuovo anno ricco di esperienze;
  • Non dimenticatevi di ritagliare, nell’anno nuovo, degli spazi per il vostro corpo: uno stile di vita troppo sedentario non aiuta né il fisico né la mente. Un po’ di attività motoria allontanerà infatti anche possibili malumori e depressioni.

Da leggere: Come allenare il cervello alla felicità

Quali sono i vostri buoni propositi?

Adesso però sono curiosa: cosa vi aspettate dal nuovo anno? Qual è la lista dei vostri buoni propositi? Com’è stato il bilancio di questo 2016? Scrivetemelo nei commenti qui sotto, ma senza fretta: pensateci bene.

✨ Buon anno! ✨

Avete ancora un po’ di tempo per trovare dei buoni propositi per il 2017. Nel frattempo, tutto lo staff dello Studio Salem ed io vi auguriamo buone feste ed un anno all’altezza delle vostre aspettative!

Leave a Reply