Disturbi dello spettro autistico

Disturbi dello spettro autistico

Le patologie legate all’autismo sono caratterizzate da una compromissione grave e generalizzata in 2 aree dello sviluppo: quella delle capacità di comunicazione e interazione sociale (Deficit nella comunicazione della reciprocità sociale ed emotiva, nella comunicazione non verbale usata a scopo sociale, nella creazione e mantenimento di legami sociali adeguatamente al livello generale di sviluppo) e quella nell’area degli interessi e delle attività.

  • Uso stereotipato dei movimenti, del linguaggio o degli oggetti
  • Eccessiva aderenza a routine, rituali motori o verbali e/o resistenza al cambiamento
  • Fissazione per interessi particolari o ristretti in modo anormale nella durata o nell’intensità
  • Iper o Ipo reattività agli stimoli sensoriali o inusuale interesse per particolari dettagli dell’ambiente.

Le compromissioni qualitative di queste condizioni, sono anomale rispetto al livello di sviluppo o all’età mentale del bambino.

Fanno parte dei DPS le seguenti patologie: Disturbo Autistico, Disturbo di Asperger e il Disturbo Generalizzato dello Sviluppo NAS.
Non rientrano invece più il Disturbo di Rett, Disturbo Disintegrativo della Fanciullezza

Questi disturbi si evidenziano di solito nei primi anni di vita e sono accompagnati da un certo grado di ritardo mentale (che se presente dovrebbe essere rappresentato sull’Asse 2).

Il gruppo di lavoro per il DSM V ha apportato alcune modifiche alla precedente versione del manuale diagnostico internazionale sostituendo la precedente categoria di disturbi pervasivi dello sviluppo (DPS) con quella di Disturbi dello spettro autistico (DSA). L’autismo rientra in questa categoria sovraordinata definita

La prima descrizione del disturbo autistico da parte di Leo Kanner nel 1943 definisce la sindrome clinica caratterizzata da: incapacità relazionali, resistenza al cambiamento, atipie del linguaggio (deficit di acquisizione, ecolalia, mutismo occasionale, inversione dei pronomi), gioco ripetitivo e stereotipo eccellente memoria meccanica, reazioni emotive eccessive e impaccio motorio. La definizione di autismo si sviluppa ed evolve negli anni a partire da questa prima descrizione.

Nel 1943 Kanner si rifiutò di considerare l’autismo come una manifestazione precoce della schizofrenia mentre molti autori allora consideravano la sindrome appunto come una forma di schizofrenia infantile, Bender (1947) ad es., ipotizzò che l’autismo e la schizofrenia fossero parte di un continuum di uno stesso processo sintomatologico evolvendo, entrambe le condizioni, verso un disturbo serio della relazione con l’altro.
Si parlò poi di psicosi infantile che divenne sinonimo di schizofrenia infantile. Con gli anni il termine di psicosi è risultato sempre meno appropriato ai bambini e le ricerche condotte su fasce d’età sempre più basse confutavano tale ipotesi.

L’autismo è una sindrome caratterizzata dalla presenza di deficit specifici che riguardano le seguenti abilità:

  • la teoria della mente e la metarappresentazione
  • la percezione e l’espressione delle emozioni
  • l’attenzione condivisa
  • l’orientamento sensoriale e la regolazione dell’arousal
  • l’imitazione
  • il gioco simbolico
  • la comunicazione e il linguaggio
  • l’attaccamento
  • il comportamento intenzionale o finalistico

Cosa possiamo fare:

Logopedia

Logopedia

Il termine logopedia deriva dal greco, e più precisamente dall ’unione dei termini  logos (parola) e paidèia (educazione): si tratta della disciplina sanitaria che studia e applica a livello pratico
Posted by
Psicomotricità

Psicomotricità

La psicomotricità è diventata parte integrante degli studi psicologici, oltre che opzione applicativa nella cura di tantissimi casi, riguardanti pazienti in età infantile, con o senza disabilità
Posted by
Sostegno Psicologico / Psicoterapia

Sostegno Psicologico / Psicoterapia

L’aiuto di un psicoterapeuta pùò essere un grande supporto quando si passano momenti difficili, quando la sofferenza diventa pesante da gestire. Anche se comunemente c’è una certa diffidenza, farsi
Posted by

Vuoi saperne di piu?